Ricerca Corsi

22 - Fragilità e cronicità (minori, anziani, dipendenze da stupefacenti, alcool e ludopatia, salute mentale), nuove povertà, tutela degli aspetti assistenziali, sociosanitari, e socio-assistenziali

La difficoltà di deglutizione e il rifiuto della terapia spesso impongono la necessità di somministrare negli anziani farmaci “alterati”: tritati, decapsulati, camuffati nel cibo. Questa pratica non è scevra di rischi, sia in termini di efficacia terapeutica, che di eventi avversi per i pazienti e gli operatori sanitari.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:

  • far conoscere la prevalenza della somministrazione alterata di farmaci per via orale ed enterale 
  • consentire di  valutare l’aderenza delle modalità di somministrazione alle indicazioni delle case farmaceutiche.
Programma: 
  • Prevalenza somministrazione farmaci tritati e camuffati
  • Conformità indicazioni farmaceutiche dei farmaci tritati e camuffati
  • Caratteristiche cliniche dei pazienti
  • Possibili interazioni farmaco farmaco e farmaco‐cibo
  • Strategie di gestione
  • Letteratura e sitografia
Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La fragilità è uno stato biologico età-dipendente caratterizzato da ridotta resistenza agli stress, secondario al declino cumulativo di più sistemi fisiologici (Fried 2001) e correlato a pluripatologia, disabilità, rischio di istituzionalizzazione e mortalità (Fried 2004).
Due sono essenzialmente i modelli che definiscono la fragilità:

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di:

  • assistere adeguatamente il paziente anziano-fragile all’ingresso in Pronto Soccorso
  • gestire il paziente anziano-fragile nel percorso diagnostico, terapeutico e assistenziale
Programma: 

Il corso permette di:

  • assistere adeguatamente il paziente anziano-fragile all’ingresso in Pronto Soccorso
  • gestire il paziente anziano-fragile nel percorso diagnostico, terapeutico e assistenziale
Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

I disturbi dell’alimentazione sono caratterizzati invece dalla presenza di importanti alterazionidel comportamento alimentare o di comportamenti finalizzati al controllo del peso, che danneggiano la salute fisica o il funzionamento psicologico e che non sono secondari a nessuna condizione medica o psichiatrica conosciuta.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
- Individuare gli aspetti e vissuti peculiari ai disturbi dell’alimentazione
- Imparare a riconoscere tali disturbi nell’adolescente
- Introduzione alla gestione del paziente con disturbo alimentare

Programma: 

- Aspetti e vissuti peculiari dei disturbi alimentari
- Specifiche che differenziano i uomini e donne nei disturbi alimentari
- Specifiche del paziente adolescente con disturbo dell’alimentazione
- Riconoscere le problematiche più gravi
- Discussione e compilazione del questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri
Operatori Socio sanitari

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

L’adolescenza è un momento di vita unico e irripetibile, in cui l’individuo è bersagliato da una grande quantità di stimoli da parte del mondo esterno. Questa fase è caratterizzata da cambiamenti profondi, sia dal punto di vista fisico sia emozionale. Non si è più bambini, ma neanche adulti perciò il dialogo con genitori e insegnanti diventa difficoltoso. Si cerca maggiore libertà e ci si ribella a chi impone la propria visione delle cose.

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di acquisire le competenze per:
• individuare aspetti e vissuti peculiari dell’adolescenza
• fornire spunti e strumenti per migliorare la propria relazione con l’adolescente
• imparare a individuare gli adolescenti maggiormente problematici

Programma: 

• Aspetti e vissuti peculiari della fase adolescenziale
• Specifiche che differenziano i ragazzi dalle ragazze
• Come gli adolescenti si percepiscono e si relazionano
• Riconoscere le problematiche più gravi
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri
Operatori Socio Sanitari

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

Per dipendenza patologica s’intende una condizione fisica e psichica derivante dall’interazione tra l’organismo e la sostanza tossica da cui derivano risposte comportamentali atte a soddisfare un bisogno compulsivo di assumere quellasostanza al fine di provare i suoi effetti psichice talvolta a evitare il malessere della sua privazione.
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sanitario alla gestione dei pazienti affetti da dipendenze varie
• acquisire conoscenze sulle nuove dipendenze

Programma: 

• Definizione di dipendenza patologica
• Esordio e decorso della dipendenza patologica
• Eziopatogenesi delle dipendenze patologiche
• Fattori biologici, sociali, familiari ed eventi stressanti
• Trattamento delle dipendenze patologiche
• Prevenzione delle dipendenze patologiche
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sul cyberbullismo

Programma: 

• Definizione bullismo elettronico (cyberbullismo)
• Differenze tra bullismo normale e cyberbullismo
• Tipi di cyberbullismo
• Caratteristiche psicologiche e non
• I protagonisti
• Come si diventa cyberbulli e perché: caratteristiche
familiari e sociali
• La vittima
• Profili giuridici del bullismo e cyberbullismo
• La prima legge di contrasto e prevenzione del
cyberbullismo: Legge n. 71 del 29.5.2017
• Le responsabilità penali dei genitori, insegnati
e della direzione scolastica
• Tutela della vittima. In particolare: oscuramento
del web e ricorso al Garante della privacy
• Casi giurisprudenziali
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di acquisire le competenze per:
• accogliere le vittime di violenza domestica
• valutare il rischio di reiterazione
• indirizzare la donna agli adeguati servizi territoriali
• conoscere il percorso rosa attivato all’interno
del pronto soccorso

Programma: 

• Che cosa si intende per violenza di genere
• Gli strumenti per valutare il rischio di reiterazione
• La rete Artemide - Cadon Casa Giobel - e dei servizi territoriali
• Il ruolo del Pronto Soccorso nel percorso rosa
• La donna vittima di violenza in pronto soccorso
• Modulistica per la presa in carico
• Il fenomeno del maltrattamento e la violenza assistita:
- l’incontro con la violenza domestica e la violenza assistita
- le caratteristiche del fenomeno e dei suoi protagonisti
- gli effetti della violenza
- la valutazione del rischio
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

Condividi contenuti