Ricerca Corsi

18 - Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

Con il termine medicazione avanzata si definisce un materiale di copertura che abbia caratteristiche di biocompatibilità: qualità che si identifica nell’interazione del materiale con un tessuto e nell’evoluzione di una risposta specifica.
Alcuni tipi di lesioni della cute necessitano di un’assistenza complessa.
Grazie alle conoscenze scientifiche attuali, le medicazioni avanzate sono in grado di rispondere
a tali necessità.
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sanitario circa l’utilizzo delle medicazioni avanzate
• realizzare una guida al buon uso delle medicazioni avanzate

Programma: 

• Cosa sono le medicazioni avanzate
• Preparazione del letto della ferita
• Procedura di medicazione
• Medicazioni tradizionali
• Medicazioni avanzate
• Meccanismi d’azione
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni snaitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

L’emogasanalisi (EGA) è uno degli esami ematici più frequentemente richiesti nell’emergenza.
Si tratta dell’analisi, effettuata attraverso un particolare apparecchio di laboratorio (l’emogas analizzatore), di un campione di sangue arterioso o venoso allo scopo di determinare alcuni parametri respiratori e l’equilibrio acido-base.
Alcuni dei valori più importanti forniti da questo esame sono:
- pressione parziale dell’ossigeno (pO2)
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• addestrare alla corretta esecuzione del prelievo
• acquisire le conoscenze teoriche per la lettura
e l’interpretazione del tracciato EGA
• comprendere le indicazioni e le tecniche del monitoraggio EGA

Programma: 

• Principi generali: cos’è l’EGA e come effettuarlo
• EGA radiale, brachiale, femorale, eco guidata
• Tecnica corretta
• Complicanze dell’EGA
• Interpretazione e analisi dei casi clinici
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

Negli ultimi anni il panorama degli accessi venosi ha subito una serie di sostanziali modifiche:
- l’introduzione di nuove tecniche di posizionamento dei cateteri venosi sia centrali sia periferici (eco-guida);
- l’utilizzo di nuovi materiali nella realizzazione dei cateteri venosi (poliuretano alifatico), più bio-compatibili e meno trombogenici;
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
•far acquisire le conoscenze teoriche per la gestione degli accessi vascolari periferici compresi i cateteri venosi centrali a inserzione periferica (PICC, Midline, miniMidline)

Programma: 

•Accesso venoso “periferico” e “centrale”: qual Medici
Infermieriè la differenza?
•Posizione della punta del CVC
• Il catetere Midline
• Il catetere PICC
•Gestione e medicazione del catetere PICC
• Individuazione e gestione delle complicanze
•Quando e come rimuovere un PICC
•Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 (esente IVA)

L’esecuzione dell’elettrocardiogramma non può più essere considerato un semplice meccanismo automatico di posizionamento di elettrodi sul corpo di un paziente e di conseguenza un atto prettamente tecnico.
Con la normativa vigente, a chi esegue un elettrocardiogramma si chiede conoscenza e competenza in ambito cardiologico, e non solo, tali da poter interpretare elementi clinici ed elettrocardiografici al fine di ottimizzare la procedura e di prendere decisioni riguardo situazioni contingenti di vario tipo.
Obiettivi Formativi: 

ll corso si propone di:
• promuovere la lettura dell’ECG in ambito clinico
• acquisire le conoscenze teoriche per la lettura e l’interpretazione dei tracciati elettrocardiografici
• comprendere le indicazioni e le tecniche del monitoraggio elettrocardiografico

Programma: 

Primo giorno
• Principi generali: tecniche di registrazione; derivazioni; monitoraggio
• ECG normali e varianti normali
• Aritmie ipocinetiche I (bradicardie,blocchi seno atriali)
• Aritmie ipocinetiche II (blocchi AV, blocchi di branca)
• ECG esemplificativi

Secondo giorno
• Aritmie ipercinetiche sopraventricolari (extrasistolia, tachicardia, FA)
• Aritmie ipercinetiche ventricolari (extrasistolia, tachicardia, FV)
• ECG esemplificativi

Terzo giorno
• L’ECG nei portatori di PM e defibrillatore (normale e patologico)
• Squilibri elettrolitici e altre anomalie
• Ischemia acuta e cronica
• Infarto miocardico acuto e cronico
• ECG esemplificativi

Quarto giorno
• Esercitazione ECG
• ECG a quiz
• Test ECM

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

16 ore (4 incontri da 4 ore ciascuno)

Quota di iscrizione: 

200,00 (esente IVA)

Condividi contenuti